Ripartono i mutui……..e le vendite

il sole 24 ore anticipa la notizia di un imminente taglio allo spread sui prestiti per la casa. stiamo parlando di 10 o 20 punti base, che certo non faranno tornare i mutui agli allori degli anni scorsi, ma bisogna prendere coscienza che quella fase della credito difficilmente si potrà riprodurre

secondo l’analisi de il sole in questo momento lo spread più basso è offerto da deutsche bank (2,75%), seguito da bnl bnp paribas e credit agricole (2,8%). a ottobre potremmo vedere spread al 2,5%. può sembrare alto, ma conviene ricordare che in piena tempesta sul debito italiano lo spread di molti istituti bancari aveva superato abbondantemente il 3,5%

con l’euribor ai minimi, inoltre, il taeg finale non è affatto male, anche se dei futuri aumenti dell’euribor potrebbero poi far aumentare la rata. un tasso misto quindi si fa particolarmente interessante

aumento del 10% nelle compravendite

secondo le stime dell’anci i 2 miliardi in arrivo e le cartolarizzazioni sui prestiti esistenti potrebbero provocare un aumento del 10% delle compravendite, pari a 44mila unità immobiliari, una vera manna rispetto alle previsioni magre di quest’anno. ad ogno modo tutto dipende dalla tenuta del governo