Tutte le imposte sull’acquisto

La domanda più frequente nella quale ci imbattiamo è: . Per questo motivo abbiamo pensato di allegare delle tabelle che mostrano chiaramente quali sono i costi di un atto di compravendita, naturalmente a questi va aggiunto il compenso del Notaio che effettua il rogito, ma dopo aver conosciuto quali sono le imposte dovute per l’acquisto di un immobile, potrete più facilmente sciegliere il Notaio più economico.

L’acquisto di un immobile comporta il pagamento di alcune imposte, che variano a seconda della destinazione dell’immobile e del soggetto venditore.

Se oggetto dell’acquisto è la prima casa e il venditore è un privato, l’atto di compravendita è soggetto alle seguenti imposte:
· imposta di registro del 3%
· imposta ipotecaria fissa di 168 euro (129,11 euro per i rogiti entro il 31 gennaio 2005)
· imposta catastale fissa di 168 euro (129,11 euro per i rogiti entro il 31 gennaio 2005)
Se si tratta della seconda casa o altro bene immobile, l’atto di compravendita è soggetto a imposte complessive del 10%:
· imposta di registro del 7% (3% se di interesse artistico, archeologico o storico)
· imposta ipotecaria del 2%
· imposta catastale del 1%
Se la prima casa è acquistata da un’impresa di costruzioni l’atto di compravendita è soggetto a:
· IVA del 4%
· imposta di registro fissa di 168 euro (129,11 euro per i rogiti entro il 31 gennaio 2005)
· imposta ipotecaria fissa di 168 euro (129,11 euro per i rogiti entro il 31 gennaio 2005)
· imposta catastale fissa di 168 euro (129,11 euro per i rogiti entro il 31 gennaio 2005)
Se si tratta della seconda casa o altro immobile:
· IVA del 10% (20% se immobile di lusso, 3% se di interesse artistico, storico o archeologico)
· imposta di registro fissa di 168 euro (129,11 euro per i rogiti entro il 31 gennaio 2005)
· imposta ipotecaria fissa di 168 euro (129,11 euro per i rogiti entro il 31 gennaio 2005)
· imposta catastale fissa di 168 euro (129,11 euro per i rogiti entro il 31 gennaio 2005)
Le imposte di cui sopra vanno applicate sul valore catastale del bene dichiarato nell’atto di compravendita.